Rai - Segretariato Sociale

Rai.it


Associazioni

  • Federazione Alzheimer Italia

    Federazione Alzheimer Italia

    Associazione : Federazione Alzheimer Italia

LA FEDERAZIONE ALZHEIMER ITALIA

 

La Federazione Alzheimer Italia è la maggiore organizzazione nazionale di volontariato senza fini di lucro dedicata alla promozione della ricerca medica e scientifica sulle cause, la cura e l’assistenza per la malattia di Alzheimer, al supporto e al sostegno dei malati e dei loro familiari, alla tutela dei loro diritti in sede sia legislativa sia amministrativa.

 

Formata in prevalenza da familiari di malati, è il principale punto di riferimento per la malattia di Alzheimer nel nostro Paese. Opera a due livelli: in sede nazionale, attraverso la partecipazione degli associati e la collaborazione degli affiliati; in sede internazionale, attraverso la partecipazione attiva alle associazioni Alzheimer che operano a livello europeo e mondiale.

Riunisce e coordina 47 associazioni che si occupano della malattia di Alzheimer e creano una rete nazionale di aiuto intorno ai malati e ai loro familiari.

 

È rappresentante per l'Italia dell’Alzheimer's Disease International (ADI), la federazione internazionale - nata nel 1984 con sede a Londra - delle 76 associazioni Alzheimer nazionali che supportano le persone con demenza e i loro familiari nei rispettivi Paesi. Fa inoltre parte di Alzheimer Europe, del Consiglio Nazionale della Disabilità (CND), della Lega per i Diritti degli Handicappati (LEDHA), della Federazione Italiana delle Associazioni Neurologiche (FIAN), del Comitato Editoriale del settimanale VITA.

Collabora con Istituzioni sanitarie e accademiche nazionali e internazionali. 

 

La missione e gli obiettivi

 

La missione della Federazione è migliorare la qualità della vita dei malati e delle loro famiglie.

Qualità di vita per la Federazione Alzheimer ha un significato molto preciso. E’ innanzitutto rispetto del malato come persona. Il progressivo e costante declino di chi è colpito dalla malattia porta infatti troppo spesso a considerare il malato più come un problema irrisolvibile che come una persona con una dignità pari a quella di ogni altra persona.

Per questo auspica un’alleanza terapeutica che impegni insieme istituzioni, medici, operatori sanitari e associazioni di malati e familiari.

Lo slogan che accompagna il logo della Federazione “la forza di non essere soli” descrive la necessità e l’esigenza di lavorare insieme per un unico obiettivo.

 

Gli obiettivi della Federazione sono:

  • informare e sensibilizzare sulla malattia di Alzheimer sollecitando l’attenzione delle istituzioni, del mondo della medicina, delle aziende e della popolazione in generale;
  • sostenere i familiari e i malati di Alzheimer divenendone un punto di collegamento e coordinamento e fornendo loro servizi di supporto;
  • rappresentare e tutelare i diritti dei malati e dei loro familiari per ottenere una migliore politica sanitaria e sociale e una migliore legislazione;
  • promuovere la ricerca scientifica sulle cause, la cura e l'assistenza della malattia di Alzheimer;
  • favorire la nascita e lo sviluppo delle associazioni locali per assicurare un'azione efficace sul territorio.

 

 

La storia e le attività

La necessità di una stretta collaborazione tra tutte le forze nazionali e internazionali che si occupano a vario titolo della malattia e dei malati di Alzheimer conducono il 30 giugno 1993 alla costituzione della Federazione Alzheimer Italia, con sede a Milano. Erano 5 associazioni, oggi sono 47.

Perché una federazione? Per creare un organismo rappresentativo forte e solidale, nel rispetto delle varie autonomie locali, agile dal punto di vista organizzativo e trasparente da quello finanziario.

Il 1993 è l’anno che sancisce anche la nascita di Pronto Alzheimer, il primo servizio telefonico in Italia di sostegno, assistenza e orientamento per i malati e i loro familiari. Il progetto - che è stato oggetto delle campagne di sensibilizzazione e raccolta fondi tramite sms solidale avviate dalla Federazione Alzheimer Italia in collaborazione con Alzheimer Milano ogni anno a partire dal 2009 - è gestito da due persone affiancate da volontari (la linea telefonica 02-809767 è attiva dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 18). Tra il 1993 e il 2013 sono stati 135.000 i contatti registrati per fornire informazioni o semplicemente un momento di sollievo.

Negli anni la Federazione Alzheimer Italia ha creato e sviluppato numerosi altri servizi e progetti che propone ai familiari dei malati e agli operatori del settore. Tra gli altri ci sono consulenze gratuite di tipo sociale, psicologico, legale e corsi di formazione specifica mirata a diversi destinatari: familiari, volontari, operatori socio-sanitari, infermieri, medici. Inoltre ha realizzato, in collaborazione con altre organizzazioni, studi e ricerche.

La Federazione Alzheimer Italia, inoltre, informa e sensibilizza pubblico e specialisti attraverso diverse pubblicazioni. In particolare, ogni trimestre pubblica il Notiziario, stampato in 15mila copie e distribuito in abbonamento postale in tutta Italia.

 

Vai al sito >>