Rai - Segretariato Sociale

Rai.it


Associazioni

  • “A.A. Alcolisti Anonimi” Italia

    “A.A. ALCOLISTI ANONIMI” ITALIA

    Associazione : “A.A. Alcolisti Anonimi” Italia

“A.A. ALCOLISTI ANONIMI” ITALIA

Fondata negli USA nel 1935, Alcolisti Anonimi è diffusa a livello internazionale in circa 170 paesi ed è presente in Italia dal 1972, contando su una rete di Gruppi (circa 500) distribuiti per regione. “A.A. Alcolisti Anonimi” Italia è costituita come Associazione di Promozione Sociale ed è iscritta al Registro nazionale delle A.P.S.

PUNTI PECULIARI DI A.A.

Alcolisti Anonimi è una Associazione di auto-aiuto (self-help) e non di volontariato. L’alcolista anonimo mantiene e consolida la sobrietà utilizzando la propria esperienza nel recupero per aiutare chi è ancora nel problema ad affrancarsi dalla dipendenza dall’alcol

A.A. si occupa esclusivamente del recupero dell’alcolista. L’Associazione mette a disposizione di chiunque l’esperienza maturata nel recupero. A.A. non esprime opinioni mediche o scientifiche sull’alcolismo e non si impegna formalmente in campagne di prevenzione sul consumo di alcol. 

A.A. è composta da alcolisti in recupero. Non fanno parte dei Gruppi A.A né operatori sociali o volontari esterni, né medici o terapisti.

A.A. è aperta alle relazioni con chiunque operi nel panorama dell’alcolismo. A.A. collabora con qualunque organismo di settore, ma non si lega formalmente ad altre organizzazioni e istituzioni, per evitare condizionamenti esterni e confusioni di sorta.

A.A. si sostiene con quanto versato volontariamente dai propri membri. L’Associazione è finanziariamente autonoma ed opera al servizio della comunità non utilizzando né richiedendo contributi pubblici e privati.

L’anonimato (antesignano dell’odierna privacy) permette all’alcolista anonimo di non rivelare la propria identità, impegnandosi soltanto a non divulgare discorsi o storie personali udite nel corso delle riunioni di Gruppo. Dall’altro canto l’anonimato riveste i significati più profondi di parità tra i membri e di umiltà nei comportamenti, facendo sì che i principi e i valori dell’Associazione siano sempre anteposti alla personalità dei singoli componenti.

Il recupero dell’alcolista in A.A. è fondato sulla partecipazione alle attività del Gruppo, che è l’entità di base dell’Associazione. Nelle riunioni, in assoluta libertà e in anonimato, è possibile condividere la propria esperienza e soprattutto mettere in pratica il metodo dei 12 Passi.. L’unico requisito per entrare a far parte di un Gruppo A.A. è il desiderio di smettere di bere. In Gruppo non vi sono registri di iscrizione e non vengono richieste quote associative.

Come è risaputo, gli scogli dell’alcolista sono da un canto quello di riuscire ad interrompere l’assunzione di alcolici e dall’altro quello di scongiurare le ricadute, che d’un sol colpo possono vanificare il lavoro fatto. Il passaggio da una precaria astinenza a una stabile sobrietà avviene se si accompagna alla rottura dei vecchi schemi comportamentali e ad un radicale mutamento interiore. Ovviamente è difficile che ciò possa accadere in tempi brevi e senza aiuto, perciò occorre un intervento costante, una motivazione alimentata di continuo e un sostegno esterno efficace. E’ soprattutto in questa fase che il Gruppo A.A. può rivelarsi uno strumento prezioso: partecipare regolarmente alle riunioni, praticando uno specifico Programma di recupero volto al cambiamento dello stile di vita (collaudato dall’esperienza di oltre 2 milioni di persone recuperate nei centomila Gruppi A.A. operanti nel mondo), consente all’alcolista anonimo di rafforzare progressivamente la sua sobrietà trovando valori nuovi e stimoli propositivi da sostituire a quelli tipici dell’alcolista ancora nel problema.
Numero verde 800 411 406 

Vai al sito>>