Rai - Segretariato Sociale

Rai.it


Campagne sociali

  • Io sostengo da vicino

    o sostengo da vicino

    Anno : 2014

    Associazione :
    Centro Astalli

"Ogni giorno, qui al Centro Astalli, tante persone, in prevalenza giovani, si mettono in fila per un pasto caldo. I rifugiati ci ricordano sofferenze e drammi dell’umanità. Ma ci dicono anche che fare qualcosa, adesso, tutti, è possibile. Basta bussare alla porta e provare a dire: "Io ci sono. Come posso dare una mano?”
Papa Francesco in visita al Centro Astalli.
"Io sostengo da vicino” è la campagna di sensibilizzazione che il Centro Astalli promuove per creare nella società italiana una cultura dell’accoglienza e della solidarietà.

L’idea di fondo della Campagna è di coinvolgere i singoli cittadini e la società civile a sostenere un rifugiato che vive in Italia nelle sue primissime necessità: un pasto caldo, un aiuto per le spese mediche, l’assistenza alle vittime di tortura, l’inserimento scolastico dei bambini rifugiati.

Un semplice paio di occhiali può fare la differenza nell’apprendimento della lingua italiana o nel successo di un percorso formativo. Un tutore per un polso o una caviglia mal messa può essere risolutivo nella riabilitazione di una vittima di tortura.
La patente di guida è un importante requisito nella ricerca del lavoro. Molti rifugiati per anni non riescono ad avere disponibilità economica e sostegno adeguato alla preparazione dell’esame in Italia. Piccoli esempi che ogni giorno al Centro Astalli rappresentano grandi ostacoli.
"È nostro dovere sostenere e accompagnare i rifugiati per dare loro una possibilità di riscatto. Quell’umanità povera e perseguitata che ci commuove nei servizi televisivi girati in paesi e continenti lontani, oggi è qui, vicino a noi. Basta davvero poco per sostenere le vittime incolpevoli di guerre e dittature”.
Così P. Camillo Ripamonti (Presidente Centro Astalli) spiega il senso della campagna della raccolta fondi "Io sostengo da vicino”.

www.centroastalli.it