Rai - Segretariato Sociale

Rai.it


Campagne sociali

  • Raccolta fondi AIRC 2019

    airc camp

    Anno : 2019

    Associazione :
    AIRC

RAI e Fondazione AIRC rinnovano un’alleanza lunga venticinque anni per costruire insieme un futuro sempre più libero dal cancro. Dal 3 al 10 novembre Rai per AIRC. Numero solidale 45521.

 

Dalla prima edizione di “Storie al Microscopio”, nata da un’idea di Pippo Baudo, sono trascorsi venticinque anni. Un lungo periodo durante il quale RAI e Fondazione AIRC hanno moltiplicato il loro comune impegno dando vita a un’eccezionale esempio di servizio pubblico che ha consentito di portare il tema “cancro” nelle case degli italiani attraverso il racconto delle storie personali e professionali di ricercatori, medici, volontari e persone che hanno superato la malattia.

 

Da domenica 3 a domenica 10 novembre, I Giorni della Ricerca rilanciano questa straordinaria alleanza che vede la RAI – tv, radio, testate giornalistiche, web e social - scendere in campo al fianco di AIRC per proseguire quell’opera di informazione e sensibilizzazione indispensabile per raccontare ai cittadini i progressi raggiunti nell’ambito della prevenzione, della diagnosi e della cura del cancro, e presentare le nuove sfide che AIRC e la comunità scientifica stanno affrontando per rendere i tumori sempre più curabili. Un’alleanza che ha raccolto uno straordinario sostegno da parte del pubblico con un’adesione collettiva senza precedenti che ha generato donazioni per oltre 108 milioni di euro, fondi che hanno contribuito a sostenere innovativi programmi di ricerca pluriennali e progetti speciali destinati alla formazione e alla specializzazione dei giovani talenti della scienza.

 

Il cancro resta ancora oggi una priorità a livello mondiale: solo nel nostro Paese per il 2019 si stima che saranno diagnosticati 371.000 nuovi casi, più di 1000 al giorno. Per incidere su questi numeri i ricercatori italiani stanno lavorando senza sosta, grazie al contributo fondamentale di AIRC, per arrivare a diagnosi sempre più precoci e trattamenti più efficaci e mirati. L’Italia si conferma un’eccellenza internazionale nell’ambito della ricerca oncologica come testimoniano le pubblicazioni dei nostri scienziati e il dato per numero di guarigioni che ci pone al vertice in Europa. La sopravvivenza a cinque anni è infatti aumentata, sia per gli uomini (54% vs 51%) che per le donne (63% vs 60%), rispetto al quinquennio precedente. Nel nostro Paese, attualmente, ci sono quasi 3,5 milioni di persone che hanno superato una diagnosi di cancro e in molti casi hanno un’aspettativa di vita paragonabile a quella di chi non si è mai ammalato (fonte: I numeri del cancro in Italia, 2019 a cura di AIRTUM, AIOM e Passi).

 

https://www.airc.it/