Rai - Segretariato Sociale

Rai.it


Campagne sociali

  • Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

    world

    Anno : 2015

    Associazione :
    WeWorld Intervita

25 novembre: Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

 

Ogni 3 giorni in Italia una donna viene uccisa dal partner e sono più di 6 milioni le donne che nel nostro Paese hanno subito una violenza. Di queste denunciano solo poco più dell’11% e, addirittura, una donna su tre non ha confessato mai a nessuno l’abuso subito.

WeWorld– in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne – lancia la campagna di sensibilizzazione “La voce delle donne”, per offrire un supporto concreto a tutte le donne che hanno subito violenza e sostenerle per trovare la forza di chiedere aiuto.

Parte della campagna un’iniziativa speciale promossa da Alex Britti, che insieme a WeWorld condanna la violenza. Con il nuovo singolo PERCHE’? l’artista si chiede perché tante, troppe donne non denunciano la violenza subita. Perchè nasce anche per dare un aiuto concreto alle donne vittima di violenza. Una parte dei proventi della vendita del singolo infatti sarà destinata a WeWorld.

WeWorld punta a prevenzione e sensibilizzazione come strumenti essenziali per contrastare il fenomeno della violenza contro le donne, che in Italia ha numeri allarmanti. WeWorld crede che sia indispensabile far emergere il sommerso di questo fenomeno e offrire un aiuto concreto alle donne vittime di violenza.

Per questo siamo presenti all’interno dei Pronto Soccorso di tre Ospedali Italiani (Roma, Genova e Trieste) con sportelli SOStegno Donna aperti 24 ore su 24, sette giorni su sette per proteggere le donne vittime di violenza, non solo somministrando le cure necessarie al riparo dal controllo del maltrattante ma permettendo di riconoscere e affrontare efficacemente la violenza attraverso la presa in carico d’urgenza e l’indicazione dei servizi di supporto sul territorio, il tutto al riparo dal controllo del maltrattante.

L’intervento continua anche nei quartieri più problematici di alcune città italiane dove WeWorld ha creato dei centri per le donne a rischio di violenza e in situazioni di disagio, dove realizziamo attività per fornire loro gli strumenti necessari per diventare più autonome e consapevoli ed essere così in grado di prendersi cura di se stesse e anche dei propri figli. In questi centri abbiamo creato degli spazi dedicati ai bambini per permettere alle donne di frequentare le attività e contemporaneamente favorire uno spazio di osservazione in cui operatrici esperte possano rilevare situazioni di disagio grave, se non addirittura casi di violenza assistita e/o subita.

Vai al sito>>