Rai - Segretariato Sociale

Rai.it


Campagne sociali

  • Raccolta Fondi D.I.Re. (Donne in rete contro la violenza)

    dire camp

    Anno : 2018

    Associazione :
    D.i.Re Donne in Rete contro la violenza

 

25 NOVEMBRE

GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

CAMPAGNA DI INFORMAZIONE, DI SENSIBILIZZAZIONE E DI RACCOLTA FONDI

 

#alidiautonomia

DAL 19 AL 26 NOVEMBRE BASTA UN SMS AL 45593

PER SOSTENERE UNA DONNA SOPRAVVISSUTA ALLA VIOLENZA

www.direcontrolaviolenza.it

 

Sono circa 23.000 le donne che ogni anno riescono a liberarsi dalla violenza grazie a una delle 80 organizzazioni, che gestiscono un centinaio di centri antiviolenza e case rifugio e sportelli in 18 regioni.

E aderenti a D.i.Re, Donne in rete contro la violenza, la più grande organizzazione italiana contro la violenza sulle donne,

Ventitremila donne le cui vite avrebbero potuto finire diversamente, perché moltissime di loro sono potenziali vittime di femminicidio, un crimine che si consuma al ritmo di una donna uccisa ogni 3 giorni circa.  

 

Da oltre 30 anni, nei centri antiviolenza e nelle case rifugio della rete D.i.Re le donne e i loro bambini e bambine sono ascoltate, ospitate ed è offerto loro un sostegno per uscire dalla violenza incentrato su consapevolezza, autodeterminazione e recupero della propria autonomia.

 

In occasione del 25 novembre, Giornata internazionale sulla violenza contro le donne, D.i.Re lancia #alidiautonomia, campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi destinati al progetto “Germogli di autonomia” che consentirà alle donne e ai loro figli e figlie in uscita dalla violenza e con particolari difficoltà economiche di completare il percorso verso la piena autonomia nel medio-lungo periodo.

 

La data del 25 novembre è stata scelta dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite in ricordo di 3 giovani donne, le sorelle Mirabal, uccise nel 1960 nella Repubblica Dominicana e soprannominante “las mariposas”, le farfalle.

 

E proprio la farfalla è il simbolo scelto da D.i.Re per la campagna #alidiautonomia che dal 19 al 25 novembre D.i.Re sensibilizzerà l’opinione pubblica con diverse iniziative e la call to action: Aiuta le donne a volare via dalla violenza.

 

Testimonial d’eccezione della campagna Ermal Meta, che già nel 2017 con il suo brano presentato a Sanremo “Vietato Morire” trattava proprio il tema della violenza domestica contro le donne. Ermal si affianca a tanti volti noti della musica, del cinema e dello spettacolo che hanno aderito alla campagna #alidiautonomia

Dal 19 al 26 novembre alla Campagna è legato il numero solidale 45593 per donare 2 Euro da cellulare personale Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Iliad, Coop Voce, Tiscali, 5 Euro da rete fissa TWT, Convergenze e PosteMobile e 5 o 10 Euro da rete fissa TIM, Wind Tre, Fastweb, Vodafone e Tiscali.

 

Dal 19 al 25 novembre la RAI con RAI Responsabilità Sociale dedicherà un ampio spazio a questa tematica su tutte le reti per concludersi proprio con la Giornata internazionale. Un’occasione per ribadire l’impegno della rete dei Centri antiviolenza nella prevenzione della violenza contro le donne e nel processo volto a innescare un cambiamento nella società, nella politica e nella comunicazione. Un modo, anche, per far conoscere il lavoro svolto in questi anni dalle attiviste dei Centri, sia sul piano della competenza che su quello politico, affinché si attuino misure concrete che portino all’eliminazione delle radici strutturali dei comportamenti violenti contro le donne.

 

Nell’arco della settimana a Roma sarà allestita l’esposizione della Mostra «COME ERI VESTITA?» gli abiti delle vittime di stupro in mostra contro i pregiudizi. Creata dagli/le studenti dell’Università del Kansas, nel Midwest degli Stati Uniti, è un’istallazione artistica «What Were You Wearing?» è una mostra che ha girato i college americani per sfatare gli stereotipi sulla violenza sessuale. Un pugno nello stomaco che sta facendo il giro del mondo. A marzo è stata esposta presso la Casa dei Diritti a Milano e ora grazie a D.i.Re arriva a Roma.

 

Il 25 novembre, infine, saranno tante le piazze e monumenti che si tingeranno di arancione il colore scelto dall’ONU / o viola il colore che rappresenta l’associazione D.i.Re grazie alla collaborazione con l’ANCI, l’Associazione dei Comuni Italiani.

 

 

www.direcontrolaviolenza.it