Rai - Segretariato Sociale

Rai.it


Campagne sociali

  • Grande contro il cancro

    SOLETERRE banner_campagna grande contro il cancro 465x110

    Anno : 2016

    Associazione :
    Soleterre Onlus

CAMPAGNA SOCIALE “GRANDE CONTRO IL CANCRO”  

Soleterre promuove a favore di oltre 8.000 bambini malati di tumore la campagna “Grande contro il cancro” per fornire le giuste cure e innalzare i loro tassi di sopravvivenza.

Ogni anno nel mondo vengono diagnosticati tra i 175 e i 250 mila nuovi casi di cancro infantile, ma non tutti i bambini hanno il diritto di curarsi a causa delle diverse condizioni dei sistemi sanitari in cui risiedono. Il 90% dei pazienti vive nei Paesi più poveri, dove l’accesso all’informazione e alle cure è spesso impraticabile.

A causa di diagnosi tardive o inadeguate, più di un bambino malato su due è destinato a morire.

Insieme possiamo migliorare questa situazione anche con un semplice gesto quale l’invio di un SMS solidale da 2 euro al numero 45595 con tutti gli operatori telefonici o chiamando da telefono fisso con TIM, Vodafone, Infostrada, Fastweb, Tiscali e TWT dal 25 aprile al 14 maggio 2016.

Grazie ai fondi raccolti si potranno realizzare diagnosi accurate e tempestive, fornire medicine antitumorali e attrezzature mediche, formare i medici, garantire supporto psicologico, attività ludiche e case di accoglienza in Ucraina, Italia, Marocco, India, Costa d’Avorio ed Uganda.

30° ANNIVERSARIO CHERNOBYL Le attività di comunicazione all’interno della campagna “Grande contro il Cancro” cercheranno di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla realtà dei “bambini di Chernobyl” che Soleterre cura in Ucraina dove Il 26 aprile 1986 è esploso il reattore della centrale nucleare. La popolazione italiana ha creato (attraverso l’accoglienza e l’aiuto diretto nel paese) un legame molto forte finalizzato a tutelare la salute di molti bambini e famiglie. Soleterre, attiva nel paese da oltre 12 anni, potrà essere un interlocutore privilegiato nel presentare dati numerici dell’impatto di Chernobyl sulla salute e storie di vita di pazienti e individui coinvolti da Chernobyl e malati di tumore ancora a 30 anni dall’incidente.

Vai al sito>>