Rai - Segretariato Sociale

Rai.it


Campagne sociali

  • Youfilmaker

    Youfilmaker

    Anno : 2015

    Associazione :
    Mentoring USA - Italia Onlus

Giovani Filmaker crescono e volano a New York

Youfilmaker, è il Festival internazionale del corto giovanile e avrà luogo a Napoli,
alla Mostra d'Oltremare, dal 22 al 25 marzo.
Nasce dalla volontà di supportare l'espressione giovanile su temi legati alle migrazioni, pace, sviluppo sostenibile, conoscenza, diversità culturale ed altri temi sociali, tra i quali la dispersione scolastica attraverso la creazione di audiovisivi di vario formato, come corti, documentari, spot, in modalità partecipative e in interfaccia con professionisti.
Nel corso delle tre giornate, ad accesso libero,  studenti, docenti, giovani professionisti e pubblico potranno assistere alle proiezioni dei corti in concorso, a workshop tematici e a film rilevanti per soggetto e per modalità produttive.

 


I corti in concorso sono suddivisi in tre categorie: Filmmaker Pro (professionisti e filmmaker indipendenti di 18/30 anni), Filmmaker Scuola (scuole secondarie di I e II grado italiane, dell'Unione Europea e dell'area di vicinato) e Filmmaker Scuola Campania (scuole secondarie di I e II grado della regione Campania).

In palio per i vincitori un viaggio a New York per partecipare alla serata di premiazione del Festival Plural + di Alliance of civilizations/Nazioni Unite al Paley Center for media.

Promosso e organizzato da Mentoring USA – Italia, è sostenuto dalla Regione Campania, nell’ambito del POR FESR 2007 – 2013, il festival si avvale della partnership di UNAOC/ Alliance of Civilization –Iniziativa delle Nazioni Unite, Università degli Studi di Roma "La Sapienza", Giffoni Film Festival, Cineama, Idicom, Associazione Orion di Algeciras, Achille e la Tartaruga, Italian Movie Award, Consolato USA e Curia di Napoli.

In aggiunta alla normale partecipazione, alle scuole della Campania è stata offerta una speciale opportunità, attraverso un concorso di sceneggiature, che ha consentito di vincere laboratori di scrittura, produzione, montaggio, postproduzione audiovisiva, che hanno accompagnato le otto scuole vincitrici, nell’anno scolastico 2014-2015.

Questa iniziativa ulteriore ha voluto rendere i ragazzi protagonisti di un percorso dinamico in cui loro stessi hanno potuto esprimere idee che poi, grazie al linguaggio cinematografico, sono state rappresentate nel corto, senza trascurare l'importanza dell'affiancamento e del sostegno di esperti cinematografici che hanno espletato pienamente il ruolo di mentori guidando i ragazzi in un nuovo cammino.

Cosa pensano i ragazzi della pace, come vedono la migrazione, cosa rimproverano agli adulti in tema di sviluppo sostenibile, come vivono e affrontano la diversità culturale, cosa è per loro la conoscenza. La risposta nei corti pervenuti, per la maggior parte, dall'Italia ma anche dall’Austria, dal Brasile, dal Canada, dalla Germania, dal Regno Unito, dalla Spagna e dalla Svizzera.
Presidente della giuria che decreterà le opere vincitrici: Jordie Torrent, Project manager Media e information Literacy- Nazioni Unite/Alliance of Civilizations.

I membri giurati saranno: Mussi Bollini, vicedirettore RAI Ragazzi; Philippe Jacot, Direzione Dipartimento della Pubblica Istruzione, Gioventù e Cultura – Direttore Scuola dell'obbligo - Pully –Svizzera, Vincente Palomares Gody, Associazione Orion- Spagna, Rosario D’Uonno,  direttore de “Marano Spot Festival” e Direzione Progetti Ufficio Regionale Scolastico per la Campania.

Il festival sarà dedicato a Mario Cuomo, un uomo, prima che un politico, che ha sempre agito nel pieno rispetto della diversità culturale, nel perseguimento della pace, nel far sì che le sue decisioni potessero garantire uno sviluppo sostenibile, nell'attuare politiche che favorissero l'integrazione degli immigrati e che, quindi, con il suo modo di pensare e di agire, ben rappresenta e personifica i temi del Festival.

A fare da corollario al Festival gli eventi speciali: The person who changed my life e, a seguire, He tried, dedicato a Mario Cuomo.

Durante i quattro giorni, il foyer della Mostra d'Oltremare ospiterà la mostra fotografica "Il festival in uno scatto" realizzata dagli studenti di alcune Scuole di Napoli che hanno raccontato e trattato i temi del festival in un modo che sembra diverso da quello cinematografico ma che in realtà non lo è perché il comune denominatore è l'immagine.

Vai al sito>>